Protesi dentarie

Ritrova il sorriso!
Le protesi dentarie sono manufatti che servono a riabilitare le funzioni orali dei pazienti ovvero a rimpiazzare la mancanza di denti, parziale o totale, mediante la sostituzione dei denti naturali mancanti con denti artificiali. Si possono distinguere le protesi fisse e le protesi mobili. Queste ultime possono essere parziali o totali.

Protesi dentali

Lo Studio Dentistico Bardoneschi, ove operano i titolari dott. Mario Bardoneschi e dott. Simone Bardoneschi, nelle sedi di Genova e Cogoleto, si occupa di protesi dentali fisse, mobili e su impianti, attraverso l’impiego delle più moderne soluzioni per ogni specifica esigenza del paziente.

Corone
Le corone sono protesi per denti singoli dei quali la radice è in buono stato. Si ancorano o al dente opportunamente ridotto di dimensione dall’odontoiatra o tramite perni endocanalari ancorati direttamente alla radice. Le corone come anche gli elementi dei ponti possono essere in lega di metallo, metallo ceramica o solo di ceramica e altri nuovi materiali.
Faccette
Le faccette in porcellana, ad uso estetico, sono sottili lamine in ceramica che vengono cementate sulla superficie dei denti anteriori. I denti devono essere leggermente limati per far spazio alla ceramica. Tuttavia, la loro preparazione è estremamente conservativa e deve essere mantenuta a livello dello smalto più superficiale del dente. Lo smalto permette un’adesione ottimale delle faccette al dente.
Protesi totale
La protesi totale serve a sostituire intere arcate senza denti, costituita da una struttura di sostegno in resina acrilica. I denti utilizzati sono denti sia in ceramica che in resina acrilica o composita. Con i denti prodotti attualmente si ottengono ottimi risultati estetici riuscendo a conferire alla protesi un aspetto naturale che ben si adatti al viso e alle espressioni del paziente.
PONTI
Nei ponti il dente estratto viene sostituito da una protesi che comprende anche gli elementi dentari adiacenti che vengono per questo ridotti a monconi e protesizzati. L’elemento mancante assieme ai denti cosiddetti pilasto forma il ponte. Gli elementi pilastro devono avere un numero pari o superiore al numero delle radici pilastro dei denti mancanti.
Protesi mobile
Le protesi mobili sono tutte le protesi fatte per la sostituzione di intere arcate o parti di essa. Sono definite mobili in quanto possono essere rimosse facilmente dal paziente durante l’arco della giornata.
Protesi su impianti
In questo caso la radice dell’elemento mancante viene sostituita da un impianto dentale di solito in titanio e su questo viene cementato o avvitato l’elemento protesico. Con gli impianti è possibile sostituire denti singoli o realizzare ponti o strutture di denti più estese per sostituire anche tutti i denti dell’intera arcata dentaria.
Protesi parziale
La protesi parziale si ancora tramite ganci ai denti rimanenti. Quando la protesi parziale ha una struttura di sostegno metallica viene definita scheletrato e se mista con attacchi su elementi pilastro viene detta protesi combinata. Si può realizzare anche una protesi tipo scheletrato in resina acetalica o termopressata senza ganci in metallo. È anche realizzabile una protesi a base di nylon e quindi senza metallo e con caratteristiche di biocompatibilità e flessibilità.
Le protesi dentali sono una realizzazione dell’odontoiatra per sostituire la dentatura originaria persa o non più idonea per motivi funzionali e/o estetici. Questi elementi se si ancorano sul dente o radice residui vengono definiti corone, se poggiano sui denti adiacenti per ripristinare i denti mancanti sono chiamati ponti e se invece sono applicati su impianti inseriti nell’osso sono definiti protesi su impianti. Sono definite protesi fissa anche le faccette, che consistono in gusci di ceramica da applicare sui denti anteriori per finalità estetiche o funzionali. Negli ultimi anni ha assunto grande importanza la realizzazione computer-assistita di protesi fisse con tecnologia cad/cam.
Chiama Ora